Circolari

18 Settembre 2013

Circ. 015 – Il saluto della Preside agli studenti e alle studentesse

“Cari fratelli e sorelle, ci rendiamo conto dell’importanza della luce quando vediamo le tenebre, Ci rendiamo conto dell’importanza della nostra voce quando ci mettono a tacere. Allo stesso modo, quando eravamo nel nord del Pakistan, abbiamo capito l’importanza delle penne e dei libri quando abbiamo visto le armi…. …. In India, bambini innocenti e poveri sono vittime di lavoro minorile. Molte scuole sono state distrutte in Nigeria. La gente in Afganistan è colpita dall’estremismo, le ragazze devono lavorare in casa e costrette a sposarsi in età precoce. La povertà, l’ignoranza, l’ingiustizia, il razzismo e la privazione dei diritti fondamentali sono i problemi che uomini e donne devono affrontare…..

Facciamo appello a tutti i governi affinché garantiscano un’istruzione gratuita e obbligatoria in tutto il mondo per ogni bambino……Cari fratelli e sorelle, vogliamo scuole e istruzione per il futuro luminoso di ogni bambino…… Non dobbiamo dimenticare che milioni di bambini sono fuori dalle loro scuole………E se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo, cerchiamo di armarci con l’arma della conoscenza e di farci scudo con l’unità e la solidarietà…..Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. L’istruzione è l’unica soluzione. L’istruzione è la prima cosa”.

(Dal discorso all’ONU di Malala Yousafzai, la ragazza afgana di 16 anni che i talebani avevano cercato di uccidere) 

Care ragazze, cari ragazzi del Liceo Virgilio

E’ con queste preziose e intense parole di Malala che desidero augurarvi di riuscire a realizzare i vostri sogni e desideri in questo nuovo anno scolastico, di vivere con serenità e gioia il vostro percorso scolastico che sarà ricco di belle e interessanti esperienze se sarete curiosi di conoscenze, scrupolosi nello studio e se saprete mettervi in gioco con la vostra intelligenza e creatività.

Coltivate giorno dopo giorno i valori della solidarietà, del rispetto delle persone e delle regole,  della libertà di tutti e di ciascuno.

 

In bocca al lupo!

La vostra preside

Nicolina Francavilla

Ultimi articoli

Circolari 4 Marzo 2024

Circ. n. 180 – Corso L2 livello “avanzato”

Ai Docenti Agli Studenti Ai Genitori   Oggetto – Corso L2 livello “avanzato” Si comunica che mercoledì prossimo 6 marzo 2024 inizierà il corso avanzato di italiano L2 e proseguirà fino al mese di maggio.

Circolari 4 Marzo 2024

Circ. n. 179 – Sciopero generale per il giorno 8 marzo 2024 proclamato da Slai Cobas per il sindacato di classe, con adesione di Cobas – Confederazione di base di Bologna e Torino, Confederazione USB, con adesione di USB PI, USI – Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912 e ricostituita, Confederazione CUB, con adesione di CUB PI, ADL Cobas, con adesione di CLAP, S.I. COBAS; sciopero nazionale FLC CGIL (per il comparto e area istruzione e ricerca); Fisac Roma e Lazio.

Ai Docenti Agli Studenti Ai Genitori Al Personale ATA   Oggetto – Sciopero generale per il giorno 8 marzo 2024 proclamato da Slai Cobas per il sindacato di classe, con adesione di Cobas – Confederazione di base di Bologna e Torino, Confederazione USB, con adesione di USB PI, USI – Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912 e ricostituita, Confederazione CUB, con adesione di CUB PI, ADL Cobas, con adesione di CLAP, S.

Circolari 4 Marzo 2024

Circ. n. 178 – Giorno della memoria: proiezione del film “Rapito” e dibattito con il regista Marco Bellocchio e con Amedeo Spagnoletto, direttore del MEIS – mercoledì 6 marzo 2024

Ai Docenti Agli studenti, In particolare alle classi 3LD, 4LD, 4LE, 4SA, 4SD, 4SC, 5SC, 5LE, 5LD   Oggetto:  Giorno della memoria: proiezione del film “Rapito” e dibattito con il regista Marco Bellocchio e con Amedeo Spagnoletto, direttore del MEIS –  mercoledì 6 marzo 2024 In relazione alla proiezione del film “Rapito” e del successivo dibattito alla presenza del regista Marco Bellocchio e  di Amedeo Spagnoletto, direttore del Museo dell’ebraismo italiano e della Shoah, previsti per mercoledì 6 marzo nell’aula magna di p.

torna all'inizio del contenuto